Vuoi la tua pubblicità qui?
02 Luglio 2020

Pubblicato il

Mitrano ringrazia la CRI

Proficua collaborazione in favore della collettività

Cresce a Gaeta la Croce Rossa Italiana. Fra poco avrà una nuova sede che diventerà il centro amministrativo dei gruppi di volontari che operano nei comuni del sud pontino per un totale di 450 unità. Lo ha annunciato questa mattina il sindaco Cosmo Mitrano durante la conferenza stampa tenutasi nell’aula consiliare dove Emilio Donaggio, delegato della Cri-Gruppo volontari Gaeta, ha illustrato il lusinghiero bilancio delle attività svolte nel 2012 dall’ente di diritto pubblico non economico.

Il primo cittadino, coadiuvato dall’assessore al welfare e alla cultura Sabina Mitrano e di una quindicina di volontari in bell’uniforme, ha confermato che la giunta municipale ha deliberato l’assegnazione di alcuni locali ubicati in via Amalfi in favore della Cri che potrà utilizzare anche una congrua area di parcheggio all’interno dello stabile per la sosta delle ambulanze.

Proprio ai volontari il sindaco Mitrano ha voluto rivolgere un ringraziamento ed un plauso per l’impegno dimostrato nell’espletamento di molteplici attività socio-solidali in favore della collettività. In particolare Mitrano ha voluto ricordare l’emergenza idrica (1, 2, 3 novembre 2012) durante la quale sono stati impiegati 30 volontari al giorno coadiuvati da altri provenienti da gruppi limitrofi per la distribuzione di bottiglie di acqua ad oltre 3.000 famiglie e ad una ventina di enti/associazioni. Emilio Donaggio, nel rimarcare il «proficuo spirito di collaborazione istituzionale che ha trovato specialmente in questa Amministrazione un interlocutore molto attento, sensibile e concreto», ha ringraziato Mitrano per la bella sede che ospiterà anche gli uffici amministrativi dei gruppi del Cri che operano nei comuni del sud pontino.

Dunque, fra poco tempo, sarà dismesso l’ufficio dell’ex palazzo comunale di Gaeta medievale e le ambulanze, attualmente dislocate lungo il tratto di strada prospiciente la Gran Guardia, troveranno una più idonea e funzionale collocazione nell’area sottostante la nuova sede. Donaggio ha anche accettato l’invito e la proposta del sindaco, intesa ad individuare e mettere in atto forme di collaborazione per far fronte ad interventi eccezionali o straordinari che hanno i connotati di vere e proprie emergenze umanitarie. «Occorre sburocratizzare le procedure amministrative – ha sostenuto il sindaco – per rendere più immediati ed efficienti gli interventi in favore delle fasce sociali più deboli utilizzando la family card e forme di mercato solidale».

La disponibilità della Cri, che ha per scopo l'assistenza sanitaria e sociale, è stata colta come un segnale assai positivo anche dall’assessore ai servizi sociali Mitrano la quale ha sottolineato che «alcune situazioni che il suo assessorato si trova a fronteggiare sono davvero drammatiche e riguardano essenzialmente persone che hanno bisogno di beni di prima necessità».

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi