27 Ottobre 2021

Pubblicato il

Valmontone, il sindaco Latini: “Parcheggi a pagamento pronti”

di Redazione
"Il servizio entrerà in vigore dopo il 25 aprile. Farò del tutto per ridare il posto di lavoro agli operai che c'erano prima della sospensione"

Il servizio dei parcheggi a pagamento a Valmontone ripartirà a fine mese, precisamente dopo il ponte del 25 aprile. Lo ha detto il sindaco Alberto Latini, annunciando che "questa settimana la società che gestirà il sevizio installerà nuove piastre dove posizionare le macchinette, in quanto quelle vecchie non sono adeguate. Inizialmente ne saranno installate 25 ma contiamo di averne altre al più presto". In questo modo sarà possibile eliminare la piaga dei parcheggi selvaggi, che tante polemiche sta scatenando in queste settimane, investendo anche la stessa amministrazione comunale.

Il sindaco è intervenuto anche sullo scottante tema del personale che si occuperà del servizio. E' in ballo, infatti, la posizione di 8 persone, alcune delle quali appartenenti alle categorie protette, che hanno lavorato come controllori delle aree a parcheggio fino al giorno in cui è stato sospeso il servizio, tema sul quale l'opposizione, a cominciare da Piero Attiani, sta insistendo molto. "Sto provando con tutte le mie forze – è la replica del sindaco Latini – a fare in modo che le persone precedentemente impiegate nel servizio tornino ad avere il loro posto di lavoro".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Altro non aggiunge, anche perché è noto come il sindaco non intende replicare alle polemiche che egli definisce pretestuose e strumentali. Lo stesso discorso vale sulle critiche sollevate in questi giorni sulle strisce blu e le relative soste selvagge. Come in passato, il sindaco Latini non ha intenzione di ingaggiare polemiche con i membri dell'opposizione, le cui critiche sono state a volte definite aria fritta.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo