Vuoi la tua pubblicità qui?
12 Giugno 2021

Pubblicato il

Quali urgenze?

Il Covid-19 cancella le altre patologie. Da febbraio manca ecografo all’Umberto I

di Redazione

"Presidente Zingaretti, sono una malata oncologica e ho urgente bisogno, come tanti altri colpiti da questo tipo di tumore, di effettuare un'ecografia..."

omicidio San Lorenzo
Policlinico Umberto I, Roma

Una nostra lettrice invia attraverso il giornale una lettera al presidente della Regione Lazio.

Vuoi la tua pubblicità qui?

“Alla cortese attenzione del Presidente Nicola Zingaretti

Io sottoscritta Loretta Proietti, malata oncologica con cancro squamocellulare all’ano, ho urgente bisogno, come tutti gli altri malati colpiti da questo tipo di tumore, di effettuare l’ecografia transanale.

In cura presso il Policlinico Umberto Primo di Roma ho effettuato, dalla diagnosi in poi, diverse ecografie transanali che per noi malati di tumore all’ano sono vitali per poter scorgere sia l’insorgere della malattia, sia l’avanzare o il regredire della stessa ed eventualmente la presenza di qualche recidiva. 

Le altre patologie, anche le più gravi, dimenticate per il Covid-19

Bene Presidente, da febbraio questo ecografo è guasto, non riparabile come scritto nella risposta dell’URP del Policlinico (che può leggere in fondo  alla presente), quindi da sostituire!

Sono diverse le segnalazioni fatte dagli stessi medici del Policlinico agli Organi Sanitari e agli Enti preposti. Medici specializzati su questo tipo di tumore che viene individuato proprio grazie all’esame approfondito con  uso dell’ecografo transanale.

Un esame per noi fondamentale da ripetere in follow-up ogni sei mesi e in corso di terapia oncologica, ogni due mesi. 

Finora, nessuna risposta. Sicuramente ci sarà fattivamente, (nutro qualche dubbio) quando avremo sistemato il problema Covid 19 e sicuramente quando avremo curato e agevolato le migliaia di stranieri che beneficiano della nostra Sanità. Guardando il TGR su Rai Tre qualche giorno fa, è stato detto che la ASL RM2 è rimasta aperta anche il sabato e la domenica, per permettere a migliaia di bengalesi (visto che solo a Roma, c’è una comunità di 300.000 persone, di effettuare i tamponi per il coronavirus. E noi malati di cancro? Naturalmente relegati all’ultimo posto delle priorità della Regione Lazio. Dobbiamo aspettare, aspettare, d’altronde siamo o no pazienti? Anzi ci dobbiamo arrangiare come elegantemente, ha risposto l’Urp del Policlinico. Da febbraio 2020 che l’ecografo è guasto e nessuno, dico nessuno, si è preso la briga di sostituirlo.

La mail all’Urp del Policlinico

Da: [email protected] 
Inviato: martedì 7 luglio 2020 14:17
A: Urp
Oggetto: sospensione esame transanale

Buongiorno, in riferimento all’oggetto, ho saputo tramite la Dott.ssa Bernardi che l’ecografo per poter effettuare la transanale è guasto, avevo l’appuntamento per domani 8 luglio ed ora sarà a data da destinarsi! Sono una paziente oncologica che necessita di effettuare questo esame anche con una certa urgenza, visto che ho avuto il cancro squamocellulare all’ano.

Potreste indicarmi come posso fare? C’è un Centro, un Ospedale dove ci si possa rivolgere per effettuarlo? Naturalmente con un appuntamento alquanto celere, perché da questo delicatissimo esame, partono le visite oncologiche e radioterapiche ed eventualmente farmaci da prendere.

In attesa di sollecita risposta, invio distinti saluti”.

E la risposta dell’Urp

Da: Urp <[email protected]> A: [email protected] Data: 13/07/2020 14:46Oggetto: Re: sospensione esame transanale

Vuoi la tua pubblicità qui?

Gent.ma Sig.ra Proietti,

in riferimento all’oggetto sono stati già contattati una pluralità di interlocutori.

Purtroppo, come in più occasioni espresso dal Prof. Gozzo, l’apparecchio non è più riparabile pertanto, data l’incompatibilità con i tempi stretti dei pazienti che ne hanno bisogno con urgenza, è opportuno che con il supporto del medico di famiglia ci si rivolga ad un’altra struttura sul territorio.

Dispiaciuti di non poterLe essere d’aiuto, si porgono distinti saluti.

L’Ufficio Relazioni con il Pubblico 

Il mio appello per l’ecografo all’Umberto I

Allora adesso chiedo con un appello accorato, che si trovino, anche con una certa urgenza per acquistare l’ecografo transanale per il Policlinico Umberto Primo, perché vede Presidente, il tumore non aspetta i tempi biblici ai quali da anni siamo abituati. Vuoi per questa maledetta burocrazia o ancora peggio, per l’indifferenza. Se si sono trovati i soldi per pagare il nulla, ora si devono trovare per permettere ai malati di curarsi, di vivere e sopravvivere alle lungaggini.

Ho intenzione di fare rumore perché il silenzio assordante, l’annaspare nelle onde di un mare in tempesta, senza che nessuna Ong venga a salvarci, ha bisogno di una ECO rumorosissima e la sottoscritta, la parola rassegnazione, l’ha cancellata dal suo vocabolario”.

In fede, Loretta Proietti

Regione Lazio: multe per chi non indossa mascherina quando è con altri

Sicurezza stradale: il dispositivo che blocca l’auto se hai bevuto troppo

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento