Monopattini lasciati ovunque

Roma, stop a parcheggio selvaggio dei monopattini con la nuova tecnologia lanciata da Bird

Da lunedì prossimo, 13 giugno, Bird, leader nel settore dei trasporti elettrici ecologici e operatore per la micromobilità in città, istituirà la sosta a stalli nel Municipio 1 e lancerà a Roma una nuova tecnologia per i propri monopattini, così da offrire una risposta concreta al problema del parcheggio selvaggio nella capitale.

Monopattino e autobus
Monopattino e autobus

Gli utenti di Bird nel Municipio 1, infatti, potranno chiudere correttamente il proprio noleggio esclusivamente nei parcheggi virtuali individuati: luoghi idonei e sicuri, distribuiti in modo capillare nel pieno rispetto del decoro cittadino e delle norme di parcheggio, ad esempio mantenendo i passaggi pedonali e i marciapiedi liberi da ostacoli.

Auto e monopattino in sosta selvaggia (Roma)

Addio a sosta selvaggia ovunque

Da lunedì saranno infatti visibili sulla app di Bird i parcheggi virtuali in tutto il Municipio 1, dando un primo contributo concreto alle esigenze dell’Amministrazione e dicendo addio alla sosta selvaggia ovunque. Non solo stop al free floating: Bird porta inoltre a Roma la più avanzata delle sue tecnologie di parcheggio, Bird Visual Parking System (VPS), frutto di un lungo lavoro da parte del team di ricerca e sviluppo dell’azienda. Dopo New York, San Francisco e San Diego, Roma è la prima città europea in cui l’azienda sperimenta il nuovo tool di parcheggio.

Bird VPS utilizza una tecnologia scalabile e rivoluzionaria che, grazie all’API geospaziale ARCore di Google, consente all’azienda di geo-localizzare i monopattini parcheggiati con una precisione millimetrica, sfruttando anni di scansioni 3D di Google, la realtà aumentata (AR) e i dati di Street View di tutto il mondo. Questo rappresenta un forte miglioramento nelle modalità di parcheggio da parte degli utenti, senza investimenti infrastrutturali o tecnologici da parte della comunità: Bird VPS sarà disponibile inizialmente in fase sperimentale nei 50 stalli virtuali a Prati e potrà gradualmente essere estesa ad altre zone del Municipio 1.

Bird VPS è una novità assoluta nel settore della micromobilità – ha spiegato Cristina Donofrio, general manager di Bird Italia – perché permette di offrire alle città un sistema di parcheggio unico nel suo genere, ineguagliabile in termini di precisione e scalabilità. Abbiamo voluto portarlo a Roma, come prima città in Europa, perché l’esigenza di regolamentare la sosta è molto sentita e perché condividiamo con l’Amministrazione l’obiettivo di incrementare la mobilità sostenibile nel rispetto delle regole e del decoro. L’assoluta innovazione dello strumento e l’introduzione del parcheggio vincolato in tutto il Municipio 1 sono il nostro contributo concreto alle sollecitazioni dell’Amministrazione”.

Rione Monti (Roma)

Tornano i “Bird Watchers”, addetti che riordinano i monopattini lasciati in modo improprio

In concomitanza con l’avvio del nuovo sistema di parcheggio, Bird ha anche annunciato il ritorno dei suoi “Bird Watchers”: gli addetti che circolano in tutta la città con speciali mezzi per riordinare i monopattini parcheggiati in modo improprio. Infine, per completare la politica per garantire parcheggi idonei e rispettosi, nelle prossime settimane Bird lancerà a Roma una campagna per sensibilizzare gli utenti a parcheggiare correttamente, con la convinzione che il binomio tecnologia e sensibilizzazione sia la chiave per andare incontro alle esigenze della città.

Come funziona Bird Vps?

Come funziona Bird VPS? La tecnologia è presente all’interno dell’app Bird e può essere utilizzata sia su sistemi operativi iOS che Android. L’utilizzo di Bird VPS richiede tre semplici passaggi:

1.Scansione – Al termine della corsa, all’utente viene richiesto di scansionare rapidamente l’area circostante con la fotocamera del proprio smartphone.

2.Analisi – Utilizzando la nuova API geospaziale ARCore di Google, Bird analizza istantaneamente le immagini attraverso la base di conoscenze di Google sulle immagini di Street View.

3.Parcheggio – Al termine della scansione in tempo reale, Bird VPS consentirà al conducente di concludere la corsa e parcheggiare solo se la scansione soddisfa i requisiti di conformità del parcheggio, oppure lo indirizzerà verso un’altra posizione per parcheggiare correttamente il proprio veicolo. (Com/Vid/ Dire)