Vuoi la tua pubblicità qui?
02 Agosto 2021

Pubblicato il

Da vedere

Roma, visitare i Musei Vaticani e la Cappella Sistina: come arrivare, orari e biglietti

di Livia Maccaroni
Cenni storici, orari e biglietti, informazioni e prenotazioni su una delle raccolte d'arte più grandi del mondo: i Musei Vaticani
Cappella Sistina
Cappella Sistina

Inclusi nella lista dei musei più importanti del mondo, i Musei Vaticani costituiscono una tappa essenziale per tutti coloro che si recano Roma. Fondati da papa Giulio II nel XVI secolo, occupano gran parte del vasto cortile del Belvedere e sono una delle raccolte d’arte più grandi del mondo, dal momento che espongono l’enorme collezione di opere d’arte accumulata nei secoli dai papi, oltre ai grandi capolavori di tutti i tempi che sono diventati preziosa testimonianza di un’epoca. La Cappella Sistina e gli appartamenti papali affrescati da Michelangelo e Raffaello sono parte delle opere che i visitatori possono ammirare nel loro percorso.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Cenni storici, i Musei Vaticani

Fu Papa Giulio II nel 1506 a fondare i Musei vaticani, aperti al pubblico nel 1771 per volere di papa Clemente XIV. La scultura che gettò le basi per la costruzione del museo fu il cosiddetto Gruppo del Laocoonte. Essa raffigura Laocoonte, il sacerdote della mitologia che tentò di convincere i Troiani a non accettare il cavallo di legno donato loro dai Greci. La statua fu rinvenuta in un vigneto nei pressi della basilica di Santa Maria Maggiore a Roma. Papa Giulio II mandò Giuliano da Sangallo e Michelangelo Buonarroti, che lavoravano al Vaticano, ad esaminare la scoperta. E fu su loro consiglio che acquistò la scultura dal proprietario della vigna. Un mese dopo l’opera fu esposta al pubblico in Vaticano.

Cenni storici, la Cappella Sistina

La Cappella Sistina è una delle cappelle del Palazzo Apostolico della Città del Vaticano. Fu Papa Sisto IV, da cui il capolavoro prende il nome, che, durante il suo pontificato, chiamò un gruppo di pittori rinascimentali, tra cui Sandro Botticelli e Pietro Perugino, ad eseguire opere nella cappella. Gli artisti fabbricarono due serie di pannelli d’affresco, uno sulla vita di Mosè e uno sulla vita di Cristo, accompagnati da ritratti dei papi che avevano governato la Chiesa fino ad allora. La volta della cappella fu decorata dal 1508 al 1512, su ordine di papa Giulio II, da Michelangelo, il quale creò un’opera senza precedenti che avrebbe cambiato il corso dell’arte occidentale. Anni dopo, tra il 1536 e il 1541, Michelangelo dipinse il Giudizio Universale nel muro dell’altare.

Visitare i Musei Vaticani

A partire dal 1° luglio 2021 i Musei Vaticani sono aperti al pubblico dal lunedì al giovedì, dalle ore 8:30 alle ore 18:30, con l’ultimo ingresso consentito alle 16:30. Mentre il venerdì e il sabato è possibile accedervi dalle ore 8:30 alle ore 22:30, con l’ultimo ingresso consentito alle 20:30. Gli ingressi saranno contingentati e organizzati su fasce d’ingresso di 30 minuti ciascuna. Il giorno della visita occorrerà rispettare con estrema precisione l’orario riportato sul voucher di prenotazione.

Come arrivare

Situati su Viale Vaticano, possono essere raggiunti in metro, direzione Battistini, Linea A, scendendo nelle stazioni metropolitane di “Ottaviano” o “Cipro”; in bus (n. 49, 32, 81, 982, 492, 990); oppure prendendo il tram n. 19, che ferma a Piazza del Risorgimento.

Biglietti

La prenotazione per visitare i Musei Vaticani è obbligatoria. Il costo del biglietto intero corrisponde a 17,00 euro, mentre quello del biglietto ridotto a 8,00 euro. È possibile acquistare un biglietto ridotto online per i ragazzi di età compresa tra 6 e 18 anni e per gli studenti fino a 25 anni di età con International Student Card o libretto universitario (da presentare il giorno della visita). Le prenotazioni non sono rimborsabili. Sarà possibile noleggiare apparati di audio-guida dei Musei Vaticani. Il noleggio potrà avvenire sia in loco, che, preferibilmente per motivi igienici, attraverso il portale di biglietteria nel momento in cui si prenoterà la visita.

Visite guidate

Le visite ai Musei Vaticani sono consentite a gruppi formati da un massimo di 25 persone più la guida. È concessa la possibilità di usufruire degli apparati radio trasmittenti, il cui utilizzo sarà obbligatorio per tutti i gruppi con numero di partecipanti superiore ai 10 visitatori. Gli unici apparati ammessi saranno quelli forniti dal concessionario ufficiale e la distribuzione avverrà nelle postazioni dedicate all’interno dei musei vaticani. In questo caso, è richiesto ai visitatori di presentarsi con 15 minuti di anticipo rispetto all’orario riportato sul voucher.

Prenotazioni per visite guidate

Vuoi la tua pubblicità qui?

Sempre sul portale di biglietteria ufficiale, sarà possibile prenotare anche la visita “Musei Vaticani Nascosti”, con guida esclusiva dei Musei Vaticani e delle aree normalmente chiuse al pubblico: Cappella Niccolina, Scala del Bramante e Gabinetto delle Maschere. Le visite con guida esclusiva sono disponibili unicamente per gruppi precostituiti composti da un massimo di 10 visitatori e staranno condotte da un operatore didattico, assegnato dalla direzione dei Musei.

Sarà inoltre possibile prenotare una visita guidata in abbinamento al servizio “Happy Hour” presso il Cortile della Pigna (dal lunedì al giovedì) e presso il Cortile delle Carrozze (il venerdì e il sabato).

Contatti

Telefono: 06 69884676
Telefono: 06 69883145
Email: [email protected] Sito web

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento